mare

Non sono per carattere una che insegue le persone, sono dell’idea che certe relazioni – amori, amicizie, semplici conoscenze – possano finire così come sono iniziate. E questo non le rende certo meno importanti: magari ci sono persone che fanno parte della nostra vita solo per una un anno, un mese, una settimana, un giorno, eppure lasciano un segno indelebile nella nostra vita e nel nostro carattere.

Non sono per carattere una che insegue le persone, eppure ogni tanto mi è capitato di farlo, quando ho pensato che ne valesse davvero la pena. L’ho fatto andando anche un po’ contro i miei principi, dal momento che penso che se uno vuole interrompere una relazione di qualsiasi tipo, deve avere la possibilità di farlo facilmente, perché in fondo è così che piacerebbe a me se fossi dall’altra parte. Senza troppe rotture di scatole, lasciatemelo dire. Ma ogni tanto dei rapporti si rompono per dei malintesi, per una parola di troppo o più spesso per dei non detti, per coincidenze assurde o per motivi che noi non possiamo nemmeno immaginare ma che richiedono un intervento, richiedono almeno un tentativo.

E così – anche se non sono per carattere una che insegue le persone – mi è capitato di inseguirle perché ho pensato ne valesse la pena. Ma fino a che punto ne vale la pena? Questo ancora non l’ho imparato. Per me, per certe persone, varrebbe la pensa sempre. Ma bisogna anche lasciarle libere di scegliere.

L’arrocco del riccio, 17 settembre 2019

Annunci

ragazza con capelli blu

Le insicurezze sono una fregatura perché non solo ci impediscono di fare quello che vorremo fare e che magari saremmo anche in grado di fare, ma ci mettono sulla difensiva e – spesso – ci portano a comportarci come mai ci saremmo voluti comportare e a commettere errori che non avremmo mai commesso.

L’arrocco del riccio, 16 settembre 2019

ragazza con telefono

Forse mi piace – forse.

Ma c’è questa cosa che se mi piace qualcuno subito si capisce, sono un libro aperto, e invece pare che vada di moda il mistero e io con queste cose qui proprio non sono brava. Me la cavo col flirtare, non sono messa male col provocare e rispondere alle provocazioni, ma questa cosa del mistero proprio non fa per me.

Comunque, forse mi piace o forse no – dovrei conoscerlo un po’ meglio – ma nel frattempo che cerco di capirlo farò bene a pensare a una strategia. Tipo, potrei lanciare qualche amo ogni tanto e poi nascondermi per lasciargli l’illusione che sia lui a provarci, se vuole (e se non vuole?).

Oppure potrei nascondermi il cellulare così che non possa inviargli messaggi e rinchiudermi nel mio ufficio così da non incontrarlo mai più. Mi sembra una strategia saggia e matura.

L’arrocco del riccio, 15 settembre 2019

smalto
Mi prendo cura di me, inizio da piccoli gesti che forse non mi renderanno più bella ma in fondo che importa? Importa prendermi un po’ di tempo per me.
E allora provo una nuova acconciatura anche se stasera non devo uscire, magari domani mi servirà.
Metto lo smalto e già so che non avrò la pazienza di farlo asciugare ma ci provo lo stesso – smalto rosso, che sa di femminile.
Scelgo con cura una crema idratante dal buon profumo, che mi accompagnerà stasera nel letto e mi accarezzo, so di buono. Inizierò anche a usare la crema antirughe, che non ne ho ancora ma prevenire è meglio che curare, così si dice.
Stasera nel letto leggerò un buon libro e poi mi addormenterò presto per dormire tutte le ore che è necessario dormire. Forse domani non mi sveglierò più bella, ma oggi mi sento bella io.

L’arrocco del Riccio
27/3/15

ragazza

A volte quando non si ha voglia di fare qualcosa è meglio dire – no, grazie. Non è nemmeno necessario dare troppe spiegazioni se non è possibile farlo in maniera onesta e/o educata. Perché a far cose che non ci va di fare con persone con cui non ci va di stare solo perché potrebbe sembrare scortese altrimenti – e non perché ci sia un vero obbligo – si rovina la giornata a sé e agli altri.

L’arrocco del riccio, 13 settembre 2019